Friendly Hotel nel centro storico di Barga, camere, alloggi e un appartamento

Museo Bruno Cordati



Bruno Cordati comprò questo palazzo agli inizi degli anni ’70, ma il suo legame con questo luogo risale agli anni ’40, quando, di ritorno dalla Bulgaria, affittò una grande sala, conosciuta adesso come sala concerti, e due altre al primo piano, per farne il suo studio.
E’ un periodo importante, nella sua storia artistica, uno spartiacque. Ancora una guerra, questa volta non al fronte ma drammaticamente vissuta nella sua città, e poi, da rifugiato, a Bagni di Lucca. Questo non segnò solamente la sua vita di uomo ma anche quella di artista.
Al tempo il palazzo era abitato da alcune famiglie, C’era una piccola officina al piano terra e un frequentato laboratorio di sartoria al primo piano delle sorelle Pieri, (la cui insegna era un tempo dipinta sulla facciata)
Ma negli ultimi dieci anni della sua vita, questo luogo fu tutto suo e ci poté vivere e lavorare da solo. Dopo aver fatto restaurare il tetto, spostò il suo studio dove adesso si trovano le sale della mostra, e si organizzò un piccolo e confortevole appartamento dove prima aveva lavorato.
Negli ultimi anni dipinse nella prima sala della attuale mostra e utilizzava la sala concerti per passeggiare un poco, pensare a un nuovo quadro, riflettere su quello che era in quel momento sul cavalletto o semplicemente per scaricare le tensioni della giornata lavorativa.
La mostra, che si trova al secondo piano, è composta da sette stanze. La prima è dedicata agli inizi di Bruno Cordati, con quadri famosi come il Chiccheri o Figure in movimento.
La seconda è dedicata alle donne; vi sono quadri che vanno dagli anni ’40 fino ai ’70, dimostrando sia il grande cambiamento nella tecnica che l’importanza e il rispetto di Cordati per la figura femminile, per il lavoro, per la personalità delle donne.
Tornando indietro si possono visitare la sala della cucina, con una selezione di quadri dell’ultimo periodo, che permette di vedere lo straordinario uso del colore e la padronanza della tavolozza, la sala bulgara, dove sono radunate le opere dipinte in Bulgaria, la sala dei paesaggi, con dipinti che vanno, anche qui, dagli anni ’30 agli anni ’70. In quella che un tempo era chiamata la sala bulgara, ci sono alcuni quadri del periodo bulgaro (1939-1943), autoritratti e nature morte.
Nella sala concerti, inserita l’anno scorso nel circuito della mostra, una parete è dedicata alle maternità, con quadri solo degli anni ’60 e ’70. Pur non essendo religioso, il soggetto della maternità è molto vivo in Cordati, che in alcuni casi dipinge delle vere e proprie madonne col bambino.
Nella parete opposta ci sono i quadri dei bimbi e ritratti della figlia Bruna.


AlloggiSala Nuova | Sala Grande | Sale Studio | Appartamento

Altri ambienti nel Palazzo: Museo Bruno CordatiSala Concerti | Altana

Mountain-Bike
 in Uso Gratuito per gli ospiti. 

Contatti: Giordano tel 0583 723450| Cellulare 338 1994975 | E.mail: giordanomart@gmail.com
Casa Cordati, Via di Mezzo, 17 – 55051 – Barga (LU)

Lingua: Italiano, Inglese.


Siamo Partner del Circuito Lucca Turismo.it e ne adottiamo il Metodo di contatto e prenotazione. In caso di disponibilità ti riserveremo un’ Opzione Gratuita a Tempo che potrai Definire entro il termine indicato. In assenza di tue azioni o Ripensamento, l’Opzione decadrà automaticamente!

Per Info, Prezzi, Istruzioni e Come procedere per Prenotare: CLICCA QUI  


 


Sala Concerti
Leggi
Promozioni
Leggi
Appartamento
Leggi